I consigli per proteggere il nostro udito

Strade trafficate, musica, conversazioni: ogni giorno rumori di ogni tipo mettono a dura prova il nostro udito. Accade soprattutto nelle grandi città dove, rispetto alle comunità rurali, la presbiacusia precoce insorge con più facilità.

Come possiamo allora proteggere il nostro udito? Qualche accorgimento da applicare nella nostra vita quotidiana può aiutarci a difenderci da deficit uditivi precoci. Ecco qualche consiglio del dr. Luca Malvezzi, otorinolaringoiatra.
 

Evitare la musica ad alto volume

Una cattiva abitudine da correggere riguarda sicuramente la musica: meglio diminuire il volume e sostituire gli auricolari con delle cuffie esterne, che emettono un suono più delicato e meno pericoloso per i nostri timpani. L’ideale sarebbe seguire la regola del 60/60: ascoltare musica a non oltre il 60% del volume massimo e per non più di 60 minuti.

Condurre una vita sana

Secondo l’American Medical Association, uno stile di vita equilibrato può contribuire a mantenere giovane il nostro udito. Evitare il fumo, ridurre il consumo di alcool e seguire un’alimentazione sana migliora la microcircolazione e l’ossigenazione delle nostre cellule, proteggendo il nostro orecchio da cali precoci dell’udito.

Dieta ricca di folati

L’American Academy of Otolaryngology-Head and Neck Surgery Foundation consiglia una dieta ricca di folati e sali di acido folico (uova, cereali integrali, legumi, spinaci, broccoli e insalata sono gli alimenti più ricchi di queste sostanze), elementi che aiutano a mantenere bassi i livelli nel sangue di omocisteina, un metabolita della coagulazione che – a livelli elevati – può causare trombi o emboli all’orecchio.