Otite esterna: cause, sintomi e rimedi

Dopo un bagno al mare o in piscina a quanti di voi è capitato di sentire l’orecchio otturato? Non è così raro, ma il più delle volte la situazione non ha conseguenze.
In alcuni casi però la sensazione può diventare persistente e dare luogo a quella che è comunemente conosciuta come otite esterna.

Si tratta di un’infezione a carico del condotto uditivo esterno, ovvero tra la parte esterna dell’orecchio e il timpano. È anche conosciuta come “otite del nuotatore” perché si presenta con maggiore frequenza in soggetti che nuotano per lunghi periodi di tempo o che praticano frequenti immersioni.

Quali sono le cause dell'otite esterna?

L’otite esterna è generalmente dovuta a:

  • Infezioni virali

  • Infezioni batteriche (causate ad esempio da Escherichia coli, Pseudomonas aeruginosa e Staphylococcus aureus)

  • Infezioni micotiche

L’infezione può interessare l'intero condotto (otite esterna diffusa) oppure può essere localizzata (foruncolo).

I fattori che aumentano il rischio di otite esterna

Ci sono diversi fattori che possono favorire l’insorgere di otite esterna: vediamo nel dettaglio quali sono.

  • Assenza di cerume

    I bagni frequenti, e la rimozione del cerume che ne deriva, possono causare danni al condotto uditivo esterno: il ristagno dell’acqua all’interno del canale uditivo crea infatti una zona più esposta alla proliferazione batterica.

  • Umidità o temperature troppo elevate
     
  • Otite media

    Spesso l’otite esterna può essere la diretta conseguenza di un’infezione all’orecchio medio.
     
  • Uso di detergenti troppo aggressivi

    Saponi, shampoo, docciaschiuma e detergenti possono causare prurito localizzato: grattandoci, favoriamo l’ingresso di microorganismi infettivi nel nostro condotto uditivo.
     
  • Traumi

    Spesso sono causati da una scorretta pulizia dell’orecchio dovuto ad esempio all’uso non appropriato dei cotton fioc.

Sintomi dell'otite esterna

L’otite esterna si manifesta generalmente con dolore all’orecchio, spesso anche intenso, che può peggiorare se il padiglione auricolare viene schiacciato o stirato.
Talvolta il dolore può essere preceduto da una forte sensazione di prurito. Frequenti sono anche gonfiore e rossori.

Terapia dell’otite esterna

La cura dell’otite esterna è mirata a fermare l’infezione in corso. In generale antibiotici e corticosteroidi sono efficaci, ma devono essere prescritti da un medico.

Se l’infiammazione è in stato avanzato, può essere necessario procedere con una pulizia delicata del condotto uditivo con bastoncini di cotone o tramite aspirazione: questo favorirà il drenaggio aiutando i farmaci a penetrare in profondità.

I farmaci per la cura dell’otite esterna devono sempre essere prescritti da un medico. Se sospetti di soffrire di otite esterna, prenota subito un controllo: i nostri specialisti ti aiuteranno a risolvere il tuo problema.