Orecchie tappate? Ecco le cause più frequenti.

Prima o poi capita a tutti di avere le orecchie tappate: nella maggior parte dei casi
si tratta di un fenomeno passeggero, sicuramente fastidioso ma senza conseguenze; altre volte però può trattarsi di un segnale di un disturbo più grave
, perciò è bene non sottovalutare i sintomi e seguirne attentamente l’evoluzione.
Vediamo innanzitutto di capire quali sono i fattori che contribuiscono a tappare le nostre orecchie.

Perché le orecchie si tappano?

Le cause sono molto variabili. Eccone alcune tra quelle più comuni:

  • Acqua

Dopo un bagno al mare o in piscina non è raro avvertire suoni ovattati. L’acqua infatti imbeve il cerume che, gonfiandosi, crea delle ostruzioni.

  • Cambio di pressione o altitudine

Il cambiamento della pressione quando si viaggia in aereo, e in generale il cambiamento di quota quando si va in montagna o in collina, sono fattori che contribuiscono a tappare le orecchie.

  • Otite

Ovvero il processo infiammatorio che compare in seguito a un raffreddore o a un’infezione delle vie respiratorie: in questo caso il muco può ostruire l’orecchio medio e rendere ovattata la percezione dei suoni.

  • Rumori forti

Quando si sottopone l’orecchio a rumori forti e prolungati non è raro che si verifichi un calo temporaneo dell’udito: i suoni sembrano ovattati e si può percepire un lieve ronzio.
Di solito il fastidio sparisce dopo alcune ore.

Cosa fare in caso di orecchie tappate?

Per decidere come intervenire occorre innanzitutto individuare la causa che ha provocato l’ostruzione all’orecchio. I rimedi vanno dalle semplici sostanze emollienti in gocce
ai decongestionanti orali e spray, questi ultimi molto utili soprattutto in caso di ostruzioni alle vie nasali.

Nei casi di cambio di pressione atmosferica o di altitudine può essere sufficiente sbadigliare, deglutire oppure masticare una gomma. Un altro rimedio efficace consiste nel tapparsi il naso, chiudere la bocca ed espirare con forza.

Se il problema persiste è importante non eccedere in rimedi casalinghi e rivolgersi a uno specialista che procederà alla rimozione sicura dell’ostruzione.