Illusioni sonore: la scala Shepard

Sapevate che spesso ciò che sentiamo non è l’immagine fedele del suono che il nostro orecchio ha elaborato? Sono molti, infatti, i fattori che influenzano l’ascolto: tra questi ci sono le caratteristiche fisiche del suono, la fisiologia dell’orecchio e l’attività neurale del nostro cervello, che insieme molte volte contribuiscono a creare una vera e propria distorsione del suono che abbiamo udito.

La percezione uditiva, insomma, spesso è ingannevole e non è così raro imbattersi in alcune vere e proprie illusioni acustiche. Una di queste riguarda il campo musicale: è la scala Shepard, anche nota come “canone eternamente ascendente”. Prende il nome dallo psicologo cognitivo che l’ha ideata, Robert Shepard, anche se l’espediente era noto anche a Bach che lo usò nella sua raccolta di opere “Offerta musicale”.

La scala Shepard: quando il suono sale all'infinito

La scala Shepard è un’illusione sonora che si produce quando una scale viene suonata contemporaneamente su ottave differenti, dando l’illusione di una salita continua: si crea cioè l’impressione di un crescendo infinito nonostante in realtà l’ascoltatore stia sentendo la stessa tonalità di partenza. Questo effetto si produce perché le scale suonate hanno un’intensità diversa e variabile, perciò quando una diminuisce l’altra aumenta: in questo modo sembra di ascoltare una sequenza che sale di altezza all’infinito.

La scala Shepard è un espediente molto usato sia in campo musicale che cinematografico, soprattutto per creare una sensazione di tensione crescente:
si presta infatti molto bene a trasmettere sensazioni come paura, ansia e incertezza.
Un grande appassionato della scala Shepard è il regista Christopher Nolan, che l’ha usata ampiamente nei film Inception e Dunkirk. Nel campo della musica vale la pena ricordare l’uso che ne hanno fatto i Beatles nel brano “I am the walrus”, ma un altro esempio celebre è offerto dal brano “Echoes” dei Pink Floyd.

Siete curiosi di sentire qualche esempio di scala Shepard? Allora tendete le orecchie e gustatevi questi video.

Buon ascolto!